Cosa succede agli embrioni che non abbiamo trasferito in un Metodo ROPA

by CRA Barcelona
embriones no transferidos tras un Método ROPA

Come in tutte le fecondazioni in vitro, nel Metodo ROPA gli embrioni che non vengono trasferiti vengono crioconservati per il futuro. Ma facciamo un passo alla volta.

Il metodo ROPA è una variante della fecondazione in vitro. È il trattamento di riproduzione assistita per le coppie di donne per avere accesso a una doppia maternità biologica. La donna A (madre ovodonatrice) si sottopone alla stimolazione ovarica. In seguito, si estraggono gli ovuli, normalmente tra 6 e 10, e si fecondano in laboratorio con sperma di donatore anonimo.

Con la fecondazione in vitro si generano embrioni. I biologi osservano e valutano il loro sviluppo nell’incubatrice, e da 3 a 5 giorni dopo, procederanno al trasferimento dell’embrione con la migliore prognosi di impianto nell’utero della donna B (madre incinta).

Non è possibile trasferire tutti gli embrioni ottenuti principalmente a causa di due fattori:

Si deve cercare di evitare una gravidanza multipla, quindi si trasferirà un solo embrione quando possibile, cioè senza compromettere le possibilità di successo. La legge spagnola sulle tecniche di riproduzione umana assistita (Legge 14/2006) permette il trasferimento di un massimo di 3 embrioni.

Siete voi a decidere, insieme alle raccomandazioni mediche degli specialisti, il numero di embrioni da trasferire. Attualmente, è più comune trasferire uno o due embrioni. Solo nei casi con prognosi sfavorevole vengono trasferiti tre embrioni.

Dopo il trasferimento degli embrioni, gli embrioni rimanenti vengono vetriIicati e rimangono sotto la custodia del centro di riproduzione assistita. L’ottimizzazione delle tecniche di congelamento degli embrioni che ha avuto luogo negli ultimi anni permette di crioconservare gli embrioni in eccesso senza compromettere i loro tassi di sopravvivenza.

Negli ultimi due anni, secondo i dati della Società Spagnola di Fertilità , i criotrasferimenti, cioè il trasferimento di embrioni congelati invece di quelli “freschi”, sono in aumento per dare tempo di preparare l’endometrio della donna ricevente.

Metodo ROPA: cosa succede agli embrioni che non abbiamo trasferito?

La scelta del numero di embrioni da trasferire non è l’ultima decisione importante che dovrete prendere. Dopo il trasferimento, dovete decidere cosa fare con gli embrioni che non sono stati trasferiti.

Secondo l’articolo 11 della Legge 14/2006 sulle tecniche di riproduzione assistita in Spagna: “I pre-embrioni rimasti dall’applicazione delle tecniche di fecondazione in vitro che non vengono trasferiti alla donna in un ciclo riproduttivo possono essere crioconservati nelle banche autorizzate a questo scopo”.

Questa legge speciIica anche le opzioni che esistono riguardo alla destinazione degli embrioni soprannumerari congelati. Avete 4 opzioni:

  1. Il tuo uso personale, sia perché il primo tentativo è fallito o perché vuoi espandere la tua famiglia in seguito. Questa opzione permette di fare un altro trasferimento di embrioni senza la necessità di sottoporsi alla stimolazione ovarica o alla puntura follicolare.
  2. Donazione ad altre donne o coppie per scopi riproduttivi. In questo caso, la donna donatrice non può avere più di 35 anni al momento del Metodo ROPA o essere portatrice di malattie ereditarie. La coppia ricevente realizzerà la cosiddetta adozione di embrioni. L’anonimato della coppia donatrice e ricevente è sempre garantito.
  3. Donazione a scopo di ricerca.
  4. Cessazione della sua conservazione. Questo può essere fatto solo quando entrambi avete raggiunto la Iine della vostra fase riproduttiva, cioè quando avete circa 45-50 anni o quando avete qualche malformazione o problema medico che vi rende incapaci di portare a termine la gravidanza.

E  una decisione che non dovete prendere subito. Il centro di riproduzione crioconserverà gli embrioni che non sono stati trasferiti, e il costo economico durante il primo anno è incluso nel bilancio del Metodo ROPA.

Dopo questo tempo, dovete comunicare la vostra decisione. Se scegliete di tenerli, vi assumerete il costo della conservazione. Se decidete di rinunciare agli embrioni, dovete andare al centro per Iirmare la rinuncia.

Firmare il modulo di consenso informato

Gli embrioni appartengono a entrambi, ed entrambi dovete Iirmare il consenso informato che autorizza la destinazione scelta per gli embrioni. Ad ogni rinnovo, la destinazione degli embrioni crioconservati può essere modiIicata.

Richiedi prima visita online gratuita

    Orario di contatto

    Tratamiento:

    Voglio:

    Ho letto e li accetto Condizioni d'uso  
    Centre de Reproducció Assitida S.L. puoi inviarmi comunicazioni commerciali  

    ¡Hola!