Fertilità dopo i 30 anni

by CRA Barcelona
Fertilità dopo i 30 anni

L’età ideale, dal punto di vista biologico, per rimanere incinta è all’età di 25 anni, al culmine della fertilità. Gradualmente, la fertilità delle donne inizia a diminuire e diventa sempre più difficile rimanere incinta.

A 35 anni, una donna sana ha circa il 15% di probabilità di rimanere incinta naturalmente ad ogni ciclo.

Se ha trent’anni, non significa che deve farsi prendere dal panico. Anche se è più facile rimanere incinta quando si è più giovani, molte donne possono e riescono a concepire da sole a 30 anni.
Ma se ha più di 30 anni e sta pensando di diventare madre, e può farlo, non rimandi ulteriormente la decisione.

Età e qualità delle uova

Mentre gli uomini producono continuamente sperma dopo la pubertà, le donne nascono con tutti gli ovuli che avranno nel corso della loro vita fertile. All’età di 30 anni, rimangono solo circa 100.000 ovuli (rispetto a un milione alla nascita). Può sembrare molto, ma la fertilità non è solo legata al numero di ovuli.

All’età di 45 anni, le possibilità di concepire da soli sono scarse. Con il passare degli anni, il numero di uova diminuisce e anche la loro qualità. E quando gli ovuli invecchiano, è più probabile che presentino anomalie cromosomiche.

Ogni ovulo ha solitamente 23 cromosomi. In combinazione con i 23 cromosomi dello spermatozoo, un embrione cromosomicamente normale deve avere un totale di 46 cromosomi per essere considerato cromosomicamente normale (noto come embrione euploide). Gli ovuli cromosomicamente anormali (noti come embrioni aneuploidi) hanno meno probabilità di impiantarsi nell’utero e presentano un rischio maggiore di aborto spontaneo.

Conoscere la propria riserva ovarica

A partire dai 30 anni, tutte le donne dovrebbero far controllare la loro riserva ovarica durante la visita annuale dal ginecologo. Con una semplice ecografia e un esame del sangue, può scoprire se ha livelli adeguati per l’età fertile. Questi esami possono anche aiutare a determinare la risposta ai farmaci per stimolare le ovaie.

L’esame del sangue determinerà i livelli di ormone follicolo-stimolante (FSH), ormone luteinizzante (LH), estradiolo (E2) e ormone antimulleriano (AMH). Svolgono un ruolo chiave nella crescita e nello sviluppo del follicolo, nonché nell’ovulazione.
Determineranno quanto “tempo” ha a disposizione per rimanere incinta con i suoi ovuli.

Una seconda opzione: preservare la sua fertilità

Ancora una volta, il fatto che abbia 30 anni non significa che avrà problemi a rimanere incinta. Ma se non è ancora pronta a diventare madre, può prendere in considerazione la possibilità di congelare i suoi ovuli per un uso futuro.
I suoi ovuli sono di qualità migliore oggi di quanto lo saranno tra qualche anno. Con il congelamento degli ovuli, può conservare una parte della fertilità per il futuro.

La conservazione della fertilità comporta la stimolazione ovarica, in modo che il maggior numero possibile di ovuli maturi in quel ciclo. Estrarli tramite puntura ovarica e vitrificarli con azoto liquido.
Saranno conservati a -196 gradi per tutto il tempo necessario, mantenendo la qualità del giorno in cui li ha prodotti.

Se sta cercando di rimanere incinta da più di un anno, o da sei mesi se ha una malattia che influisce sulla sua fertilità, potrebbe essere una buona idea rivolgersi a uno specialista della fertilità.

Chieda un consulto iniziale gratuito con uno dei nostri specialisti della fertilità, in modo da poterla consigliare sulla strada da seguire.

Prenoti ora una visita gratuita con i nostri specialisti della fertilità

    Orario di contatto

    Tratamiento:

    Voglio:

    Ho letto e li accetto Condizioni d'uso  
    Centre de Reproducció Assitida S.L. puoi inviarmi comunicazioni commerciali  

     

    ¡Hola!