Sindrome dell’ovaio policistico: 6 risposte

by CRA Barcelona
Sindrome dell'ovaio policistico

È uno dei disturbi endocrini femminili più comuni. La sindrome delle ovaie policistiche (PCOS) colpisce 1 donna su 10 in età fertile. Nonostante la sua prevalenza, ci sono molti miti e aree di confusione sulla PCOS. E, sfortunatamente, molte donne con questo disturbo sono sottodiagnosticate. Una mancanza di diagnosi e un –
Ecco sei delle domande più comuni relative alla PCOS che ci vengono poste dalle pazienti.

1. Come si diagnostica la sindrome dell’ovaio policistico?

Due delle tre caratteristiche devono essere presenti:
ovulazione irregolare o assente
sintomi o test di laboratorio che mostrano livelli di androgeni elevati ovaie dall’aspetto policistico.
A volte alle donne viene diagnosticata la PCOS perché hanno avuto una ciste ovarica o un rapporto AMH o LH/FSH elevato, ma questi non fanno parte dei criteri!

A volte confermare la diagnosi in un’adolescente è complicato, ma possiamo identificare le adolescenti a rischio e aiutarle ad iniziare uno stile di vita più sano che può prevenire molti dei sintomi indesiderati della PCOS.

2. La PCOS può essere curata?

Purtroppo non esiste una cura, ma i sintomi possono essere trattati e controllati.
Spesso cercare di ripristinare l’ovulazione e ottenere una gravidanza è un obiettivo importante. In molti casi si può ottenere, ma è necessario seguire le linee guida per la dieta e l’esercizio stabilite da un team medico multidisciplinare come quello che offriamo al CRA Barcelona.

3. Posso rimanere incinta se ho la sindrome dell’ovaio policistico?

Sì, è possibile. In alcuni casi potrebbe aver bisogno dell’aiuto di uno specialista della fertilità per avere un bambino.
Quando l’ovulazione non viene ripristinata spontaneamente, esistono trattamenti semplici che aiutano a indurre l’ovulazione e a stimolare la crescita follicolare. Naturalmente, quando si tratta della sua fertilità, l’età è un fattore critico, quindi le percentuali di successo sono ancora più alte prima dei 30 anni.
La fecondazione in vitro (IVF) e altri trattamenti sono anche opzioni per molte donne con PCOS, a seconda delle circostanze personali.
Le offriamo una consultazione iniziale gratuita con uno dei nostri specialisti dell’unità Sindrome dell’ovaio policistico, in modo da poter valutare il suo caso e determinare quale trattamento di fertilità è giusto per lei.

4. Devo prendere la pillola se ho la sindrome dell’ovaio policistico?

Anche se le pillole contraccettive orali combinate (OCP) sono il metodo più comune per gestire la disregolazione ormonale nella PCOS, alcune donne preferiscono un approccio senza farmaci.
Tuttavia, gli OCP aiutano molti dei sintomi più fastidiosi della PCOS – periodi irregolari o pesanti, acne, crescita dei capelli – quindi vale sicuramente la pena esplorare quale approccio gestirà meglio i suoi sintomi. Soprattutto, il sanguinamento uterino regolare è essenziale per permettere al rivestimento uterino di liberarsi e proteggere il suo utero da cambiamenti precancerosi o cancerosi. Se non sta assumendo OCP, è incinta o sta allattando, dovrebbe avere qualche sanguinamento almeno ogni tre mesi. Oltre agli OCP, possono aiutare anche gli anelli contraccettivi, gli IUD di progesterone o gli impianti.

5. Cosa dovrei fare per rimanere in salute con la PCOS?

Poiché la PCOS può causare diversi problemi di salute, specialmente l’aumento di peso e i rischi di diabete gestazionale, diabete di tipo 2 e altri, è essenziale che lei non trascuri la sua salute generale.
Veda regolarmente il suo medico, segua una dieta ragionevole e si ponga obiettivi di esercizio. È meglio cogliere per tempo qualsiasi cambiamento nella sua salute.

6. La PCOS può essere ereditata?

Esistono componenti ereditarie della PCOS e, in generale, ci sono maggiori rischi di PCOS o di malattie metaboliche nelle figlie e nei figli di donne con PCOS. Tuttavia, il meglio che sappiamo ora è che almeno una parte di questa trasmissione genetica ha a che fare con l’ambiente intrauterino durante la gravidanza.
Quindi assicurarsi di essere in salute prima di concepire, e rimanere in salute durante la gravidanza, ha il potenziale di ridurre l’impatto sui suoi figli. È anche vero che se tiene la sua salute sotto controllo, è probabile che la sua salute dopo la menopausa non sarà influenzata dalla diagnosi.

La sindrome delle ovaie policistiche è una sindrome sfaccettata e complicata e colpisce ogni donna in modo unico.
Se pensa di avere la PCOS o se le è stata diagnosticata e sta cercando di concepire, le consigliamo di parlare con uno dei nostri specialisti dell’Unità di Sindrome dell’Ovaio Policistico del CRA Barcelona.
Offriamo una cura completa con l’obiettivo di massimizzare non solo la sua fertilità, ma anche la sua salute.
Non lasci passare un altro giorno, ci contatti oggi stesso.

Richiedi prima visita online gratuita

    Orario di contatto

    Tratamiento:

    Voglio:

    Ho letto e li accetto Condizioni d'uso  
    Centre de Reproducció Assitida S.L. puoi inviarmi comunicazioni commerciali  

    ¡Hola!