Sintomi di impianto dell’embrione

Il momento chiave in qualsiasi trattamento di riproduzione assistita è l’impianto dell’embrione nell’utero della donna. Per questo motivo, molti pazienti accertano di capire se si possono verificare e se possono avvertire alcuni dei sintomi dell’impianto dell’embrione. Andiamo passo dopo passo.

Quando ha luogo l’impianto dell’embrione?

Normalmente, l’impianto si verifica 6 o 7 giorni dopo la fecondazione dell’uovo e non produce alcun tipo di dolore. È il momento in cui l’embrione inizia a “fondersi” con l’endometrio, lo strato interno dell’utero. L’embrione viene prima impiantato e una volta impiantato, inizia a svilupparsi nell’utero della madre.

In caso di inseminazione naturale o artificiale, l’impianto avviene in modo naturale. Nel caso della fecondazione in vitro, i biologi monitorano il suo sviluppo nell’incubatrice. Utilizzando incubatori time-lapse come Geri o Embryoscope, i biologi possono monitorare e selezionare meglio l’embrione migliore da trasferire.

L’embrione inizia a dividersi per 2 cellule, successivamente in 4 cellule, 8 cellule, 16 cellule … quindi fino a raggiungere lo stato di morula (4 ° giorno di vita dell’embrione), questo stato di morula è una massa compatta di tutte le cellule staminali del embrione, e al quinto giorno di vita diventa una blastocisti, a quel tempo ha centinaia di cellule e sta già iniziando a prendere la forma di quello che sarà il futuro embrione.

Da questo quinto giorno di vita l’embrione inizia a prepararsi alla schiusa, ovvero inizia a rompersi la membrana per lasciarla fuori e impiantarsi nell’endometrio, quindi l’impianto sarebbe dal 6 ° o 7 ° giorno. Ma un momento esatto non può essere determinato, poiché ogni embrione ha bisogno del suo ritmo, cioè se dopo il 7 ° -8 ° giorno non è stato impiantato, è possibile che non lo farà più.

Indipendentemente dal metodo di fecondazione, l’impianto è sempre lo stesso, nell’endometrio, lo strato interno dell’utero. È lo strato che espelliamo quando abbiamo le mestruazioni e le mestruazioni arrivano perché non c’è stata una gravidanza, quindi ogni mese espelliamo l’endometrio con il periodo.

Quali sono i sintomi di impianto dell’embrione?

Ogni donna è un mondo, alcuni iniziano ad avere sintomi di gravidanza dal primo momento in cui si verifica l’impianto. Altri, d’altra parte, non hanno sintomi e sono in gravidanza … quindi è impossibile saperlo solo dai sintomi.

Nel caso in cui ci siano dei sintomi, possiamo trovare una macchia marrone o rossa nei giorni in cui l’embrione si impianta, con la sensazione di avere le mestruazioni, il torace inizia a gonfiarsi e ad essere più fastidioso, vertigini, angoscia, avere più bisogno di urinare …

Dopo l’impianto, lo sviluppo dell’embrione inizia nell’utero materno e inizia a “nutrirsi” della madre. Ed è lì che avvengono gli scambi “epigenetici”, quelle “conversazioni” che ancora non conosciamo tra la madre e il futuro bambino.

Quando è affidabile il test di gravidanza?

I professionisti della riproduzione assistita raccomandano di eseguire il test di gravidanza 14 giorni dopo la fecondazione dell’embrione. Se si tratta di un’inseminazione artificiale, sarebbero trascorsi 14 giorni dall’ovulazione. E nel caso di una fecondazione in vitro, dipenderà dal giorno del trasferimento. Se è stato il giorno +3, è possibile eseguire il test di gravidanza 11 giorni dopo il trasferimento. E nel caso in cui una blastocisti di 5 giorni ti sia stata trasferita, puoi eseguire il test 9 giorni dopo.

In ogni caso, il test più affidabile è l’analisi del sangue dei livelli dell’ormone beta HCG (β-HCG). Se il livello è basso, la prognosi non è buona, ma c’è ancora la possibilità di una gravidanza normale. Per questo motivo, è necessario mantenere il farmaco e ripetere l’analisi qualche giorno dopo. Se in questa seconda analisi si osserva un’adeguata evoluzione dei livelli beta, l’ecografia è programmata.

In un’ecografia durante la quinta settimana saremo in grado di vedere il sacco embrionale ed escludere una gravidanza extrauterina. Dopo dieci giorni, verrà eseguita un’altra ecografia per ascoltare il battito cardiaco, quindi la gravidanza può essere definitivamente confermata.

Cosa succede se l’impianto non si verifica?

Non è vero che viene espulso con le mestruazioni. Se l’embrione non si impianta, il corpo stesso lo riassorbe e scompare.

Se hai avuto più fallimenti o aborti all’impianto, potrebbe essere il momento di parlare con uno specialista. Alla CRA di Barcellona abbiamo unità specializzate che esamineranno il tuo caso. Richiedi una prima visita gratuita online, senza impegno.

Come possiamo aiutarti?

Orario di contatto

Tratamiento:

Voglio:

Ho letto e li accetto Condizioni d'uso&nbsp&nbsp
Centre de Reproducció Assitida S.L. puoi inviarmi comunicazioni commerciali&nbsp&nbsp
*Per poter gestire correttamente la tua richiesta, è necessario compilare tutti i campi.